Dramma a Cotignola: spara alla moglie malata poi si toglie la vita

Alvaro Strocchi ha chiamato la polizia dopo avere ucciso Viviana Farolfi. Il gesto estremo deciso a causa dei problemi di salute di entrambi.

FEDERICO SPADONI – Li hanno trovati nel letto, uno accanto all’altra, morti entrambi. Un colpo di pistola, così pare dai primi riscontri, che trovano conferme nella telefonata giunta poco prima del dramma alla polizia. A parlare, alle 8.15 di ieri mattina, era Alvaro Strocchi, 77anni: rivelava di avere appena ucciso la moglie 71enne, Viviana Farolfi, annunciando l’intenzione di togliersi a sua volta la vita. Il motivo – ha spiegato prima di riagganciare -, la sofferenza dovuta alla salute che nell’ultimo anno li stava abbandonando. E così quando le pattuglie sono arrivate a Cotignola in via San Francesco, al civico 1, nella villetta in cui i due anziani vivevano da tempo soli, regnava già il silenzio. (…)

Articolo tratto dal Corriere di Romagna

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy