Il cinema indipendente entra nelle aule dell’Università di San Marino

Due masterclass per entrare in contatto con una serie di professionisti impegnati nella produzione di film e documentari indipendenti in Italia, comprendendone gli sforzi e la missione senza tralasciare gli aspetti legati alla distribuzione e al marketing.

È quanto offerto a quaranta studenti del corso di laurea in Comunicazione e Digital Media dell’Università degli Studi della Repubblica di San Marino, che mercoledì 7 dicembre assisteranno al secondo dei due appuntamenti in calendario nella cornice delle lezioni di “Teorie e tecniche dei media”, con il sostegno degli Istituti Culturali.

Lo riporta un comunicato stampa.

“Portiamo in aula registi, distributori e altri addetti ai lavori legati al cinema realizzato lontano dalle realtà mainstream, per mettere gli iscritti a contatto con chi si occupa di tematiche spesso ignorate dalla grande industria come l’attivismo sociale e le questioni di genere”, spiega la docente Elena D’Amelio, che ha coordinato la partnership fra l’Ateneo sammarinese, gli Istituti Culturali e la casa di distribuzione OpenDBB, dalla quale provengono le figure chiamate a intervenire.
“Nel primo appuntamento – spiega l’accademica – abbiamo parlato delle sfide e delle qualità di chi fa cinema indipendente in Italia, mentre nel secondo affronteremo la distribuzione in maniera specifica e soprattutto le campagne di marketing. Il nostro è un corso professionalizzante e questa iniziativa è pensata per mettere i ragazzi in contatto con il mondo del lavoro in maniera concreta”.
In programma non solo incontri in aula: alle ore 21 di martedì 6 dicembre il Cinema Teatro Concordia di Borgo Maggiore ha infatti in calendario la proiezione del documentario “L’ultima ruota” di Claudia Cipriani. Durante l’evento, aperto al pubblico, verrà raccontata la storia degli artisti che nel 2021 hanno percorso 300 chilometri in bicicletta per raggiungere Sanremo durante il festival della canzone italiana e protestare contro la crisi che ha interessato musica, cinema e altri settori dello spettacolo al di fuori dei grandi eventi.
È previsto un biglietto d’ingresso. Martedì 22 novembre era stato proiettato il documentario “Corpi liberi” di Fabiomassimo Lozzi. Le proiezioni rientrato in una rassegna dal titolo “Libere visioni: le possibilità del cinema indipendente nell’era digitale”.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy