Le priorità dell’agenda lavoro

Ammortizzatori
sociali, nodo frontalieri e rilancio economico
. Sono i temi che il  segretario industria della CDLS,
Giorgio Felici,
pone al centro del confronto con il neo Segretario di
Stato al Lavoro, Francesco Mussoni.

“Saluto
positivamente – afferma Felici – le dichiarazioni programmatiche del nuovo
Segretario di Stato al Lavoro
, in
particolare la volontà di aprire una vera concertazione con le forze sociali.
La nostra strategia è sempre stata quella di trovare una coesione sociale per
rispondere alle fasce più deboli del mondo del lavoro”.

Concertazione
che per il segretario industria della CDLS
deve dunque partire dall’urgenza di modificare la
legge sugli ammortizzatori sociali,
con l’obiettivo di garantire
un’estensione delle tutele per i lavoratori in mobilità e cassa integrazione.

Sul tavolo del
confronto anche il nodo frontalieri, lavoratori tartassati in Italia (con la
franchigia a rischio)  e a San Marino (con la supertassa).
Su questo punto, il Segretario di Stato Mussoni ha
riconosciuto la priorità: “I frontalieri – ha detto nel giorno
dell’insediamento –  sono una risorsa indispensabile e non possono
permanere in uno stato di discriminazione”.

A questo problema Mussoni ha legato la necessità
imprescindibile di risolvere il contenzioso con l’Italia e di
sottoscrivere l’Accordo contro le doppie imposizioni fiscali.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy