L’Informazione di San Marino: “Bocciata un’Istanza d’Arengo già approvata due volte”

Moria delle Istanze d’Arengo… e della coerenza: bocciata una già approvata due volte

(…) Il segretario di Stato per gli Affari Esteri, Luca Beccari, ha motivato il parere negativo della segreteria per le Finanze e del Congresso di Stato sull’Istanza n. 12 affinché siano resi pubblici gli atti che “definiscono le modalità di fusione, l’accorpamento delle attività e l’assorbimento dei debiti di Banca del Titano, Credito Sammarinese, Credito Sammarinese, Banca Commerciale Sammarinese, Euro Commercial Bank e Asset Banca: “Stiamo parlando di atti che non sono nella disponibilità del governo, sono atti fra privati, non avremmo modo alcuno di poterli pubblicare da un punto di vista legale, mentre dal punto di vista sostanziale ricordo che le istanze citate in questa erano antecedenti al lavoro importate delle Commissioni di inchiesta su tutto il tema crisi bancarie, oggetto di dibattito e di una relazione”. Pertanto, “Reiterare questa richiesta è qualcosa non più aderente alle esigenze del 2018 e del 2020”. (…)

Per Emanuale Santi (Rete), l’istanza “chiede trasparenza e poter avere atti di fusione delle banche andata in default e noi stessi, come movimento abbiamo da sempre chiesto chiarezza su questi atti”. Però, la richiesta è in qualche modo superata perché “dal 2020 ad oggi qualcosa è cambiato: nel mezzo c’è stata una Commissione di inchiesta che ha avuto modo di avere accesso alla documentazione cospicua su tutte le crisi bancarie che l’ha tradotta in una relazione e in tutta una serie di dati e informazioni”. Santi che, nelle altre due occasioni, la stessa istanza l’aveva sostenuta. Un deficit di coerenza evidente Ora, in sintesi, siccome quelli della Commissione di inchiesta hanno già avuto una serie di informazioni, i cittadini si devono fidare delle loro conclusioni politicamente orientate e non hanno diritto di conoscere quegli atti definiti tra privati, ma che hanno avuto ricaduta pubblica su tutti i cittadini sammarinesi. Questi non hanno diritto di vedere i documenti che pesano sulle loro tasche. Singolare concetto di trasparenza. (…)

Articolo tratto da L’Informazione di San Marino

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy