Riccione. Lo stalker tv italiano piu’ famoso, Paolini, finisce in carcere per prostituzione minorile. Corriere Romagna

Corriere Romagna: Il più famoso stalker della televisione italiana, preso a calci in diretta da Frajese, ammanettato domenica dai carabinieri di Roma /
Pornografia minorile, arrestato Paolini /
Incastrato dalle foto degli incontri hard con due 16enni mandate a sviluppare a Riccione

RICCIONE. Induzione alla prostituzione minorile e pornografia minorile. Questi i pesantissimi capi d’imputazione che domenica hanno spalancato le porte del carcere di Regina Coeli a Gabriele Paolini, il più famoso stalker della tv.
Il calcione, e che calcione, questa volta non gliel’ha rifilato davanti a milioni di telespettatori il giornalista Rai Paolo Frajese in diretta da Parigi, ma la procura della Repubblica e il gip della capitale che ha firmato l’ordinanza di custodia cautelare. Ad armare la mano della giustizia l’occhio lungo del dipendente di un importante laboratorio di fotografia industriale dell’area artigianale di Riccione. Lo scorso 23 ottobre, infatti, mentre le macchine sputavano migliaia di foto, il tecnico ha riconosciuto la faccia di Paolini. Uno,
due, tre, quattro, dieci scatti tutti uguali, con lo stalker tv che aveva rapporti sessuali completi con dei giovanissimi soggetti di sesso maschile, palesemente minorenni.
(…)


Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy