Riforme e Libertà: una coalizione così coesa che le liste si fanno pubblicità contro

Riforme e Libertà sta scaldando i motori in vista delle elezioni nella Repubblica di San Marino del 9 novembre prossimo.

La coalizione, che si presenta al suo interno con tre liste, Partito dei Socialisti e dei Democratici-Sammarinesi per la libertà, Sinistra Unita e Democratici di Centro, ha fatto della coesione interna un punto di forza, in contrapposizione all’altra coalizione Patto per San Marino, considerata una ‘armata Brancaleone’.

Comunque sia le prime crepe -e che crepe!- emergono proprio in Riforme e Libertà, cioè la coalizione più coesa. Mentre il Partito dei Socialisti e dei Democratici,
a cominciare dal Segretario Paride Andreoli, si affanna a dimostrare la contrarietà anche in Consiglio all’abrogazione del voto di preferenza

agli elettori residenti all’estero, Sinistra Unita si vanta di essere stata la promotrice di tale abrogazione con tanto di slogan: ‘l’emendamento di Sinistra Unita contro il mercato del voto estero’.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy