Rimini. Il ’Fellini’ fa rotta su Roma e Dubai e ora punta alle «nuove Russie»

L’amministratore Leonardo Corbucci: «Persi i voli da Mosca, dobbiamo cercare altri mercati» Trattative con le compagnie low cost per aggiungere destinazioni dall’Europa e non solo.

MANUEL SPADAZZI. Volerà basso il ’Fellini’ anche in questa stagione. Persi i voli dalla Russia e dall’Ucraina, a causa della guerra, e pure le rotte da Germania e Finlandia, per l’aeroporto si stimano quest’anno circa 200mila passeggeri, mentre a inizio anno le previsioni erano di 500mila. «Ma nelle ultime settimane – assicura l’amministratore delegato di Airiminum Leonardo Corbucci – abbiamo messo le basi per una ripartenza importante nel 2023». E i primi frutti delle trattative avviate con le compagnie «forse li raccoglieremo già da quest’anno».  (…)

Articolo tratto da Il Resto del Carlino

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy