Rimini. Picchiata a sangue in stazione, il cane le salva la vita

L’animale ha morso e messo in fuga un 30enne che stava massacrando di botte la compagna nel piazzale della stazione.

LORENZO MUCCIOLI – Si è presentata in pronto soccorso con i vestiti zuppi di sangue, lo zigomo tumefatto, diversi tagli al mento e sul collo. Sono questi i segni lasciati su di lei dal compagno, un tunisino di 30 anni, che come una belva ha cominciato a massacrare la povera donna, una italiana sua coetanea. (…) Non pago, ha continuato ad infierire su di lei, tirando fuori un taglierino e ferendola al collo e alla tempia. Una violenza inaudita, ma per fortuna della donna sulla scena, proprio in quel momento, ha fatto la sua comparsa il cane, che prima ha cominciato ad abbaiare contro l’aggressore, e poi lo ha addirittura costretto a battere in ritirata, non prima però di avergli lasciato addosso i segni dei morsi. (…)

Articolo tratto dal Resto del Carlino

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy