Rimini. Scritta antisemita contro il Cesena dietro la curva ospiti del “Romeo Neri”

Scritta antisemita contro il Cesena dietro la curva ospiti del Romeo Neri. Il nome della ragazzina tedesca morta in un lager usato come sinonimo di insulto. Probabilmente nel mirino c’è il co-presidente del Cesena Lewis che ha origini ebraiche

ENEA ABATI – Lo hanno scritto come se Anna Frank fosse il sinonimo di un insulto. “Anna Frank tifa Cesena. Giudei”. Come se il nome una ragazzina ebrea tedesca, divenuta un simbolo della Shoah per il suo diario, scritto nel periodo in cui lei e la sua famiglia si nascondevano dai nazisti, e per la sua tragica morte nel campo di concentramento di Bergen-Belsen, fosse motivo di vergogna assoluta. Un’orrenda scritta antisemita – accompagnata da una croce celtica – è comparsa la notte tra giovedì e venerdì dietro al muro della curva ospiti dello stadio “Romeo Neri”. Perché qualcuno della tifoseria biancorossa – all’alba di un nuovo campionato – abbia pensato di macchiarsi di un gesto tanto raccapricciante non è dato di saperlo con certezza. Sicuramente si tratta di un atto aggressivo contro i primi rivali che il Rimini affronterà tra le mura di casa: il derby con il Cesena è in programma domenica 11 settembre. Ma perché per offendere i cesenati si è fatto ricorso proprio all’antisemitismo che solitamente non fa parte del vocabolario del tifo biancorosso. Probabilmente chi ha scritto “Anna Frank tifa Cesena” ha voluto prendere di mira uno dei due presidenti della società bianconera, Robert Lewis, che ha origini ebraiche. (…)

Articolo tratto da Corriere Romagna

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy