Rimini. Un incendio devasta il camping Maximum con bungalow dai tetti in amianto

Fiamme devastano il camping Maximum, paura per i tetti dei bungalow in amianto. Il Comune aveva diffidato la proprietà del russo Valery Gergiev a fare lavori di manutenzione. Dentro i vigili del fuoco hanno trovato i materassi e i rifiuti dei clochard che vi si riparano di notte

ERIKA NANNI – Fiamme alte e vigorose, imponenti colonne di fumo, il cielo che si illumina di rosso. Nella tarda serata di giovedì, un ampio incendio si è sviluppato nell’area dell’ex camping Maximum. Cento metri quadrati di terreno, casette e attrezzature sono andate completamente distrutte nel rogo che ha imperversato nella notte, sopito solo cinque ore dopo dai vigili del fuoco. A decine, tra passanti, albergatori e villeggianti, hanno chiamato il 115 per chiedere l’intervento dei pompieri e spegnere quell’incendio che in pochi minuti ha assunto proporzioni enormi. Quella struttura, del resto, come aveva più volte rilevato il Comune di Rimini attraverso alcuni sopralluoghi, necessitava di manutenzione. Ma all’ex campeggio Maximum non è mai stato fatto alcun lavoro, per via dell’assenza di autorizzazione ad accedere alle risorse economiche del proprietario, il maestro d’orchestra russo Valery Gergiev. Il blocco dei beni imposto come sanzione alla Russia a seguito dell’attacco all’Ucraina pare avere osteggiato l’utilizzo di quella liquidità oggi mantenuta da una società che ha sede nel Principato di Monaco. A chiarire la dinamica dell’ostacolo finanziario, uno studio tecnico di Misano incaricato della manutenzione, i cui curatori hanno rilevato il blocco della liquidità. La manutenzione sollecitata dal Comune anche con una diffida ad adempiere (emessa il 29 luglio), inoltre, era finalizzata anche a eliminare l’amianto, quelle coperture di Eternit grige e ondulate che sovrastano i bungalow, andate in fiamme insieme a tutto il resto. (…)

Articolo tratto da Corriere Romagna

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy