Rimini. Verrà espulso dall’Italia dopo aver spacciato cocaina in un parco

Trovato a spacciare cocaina in un parco cittadino a Rimini: sarà espulso dall’Italia.

Dopo una metodica attività di controllo e pedinamento da parte della Polizia locale di Rimini, nella giornata di ieri è stato fermato un 26enne colto in flagranza di reato di spaccio di sostanze stupefacenti al Parco Pertini di Rivazzurra.  

Gli agenti sono intervenuti dopo averlo visto ricevere soldi da un ragazzo arrivato in bicicletta in cambio di un involucro.
Cominciata la perquisizione, oltre a una somma di denaro in contanti, ritenuta provento di spaccio, sono state rinvenute sei dosi di cocaina per un totale di 5 grammi.

L’uomo, privo di qualsiasi documento di identità, è stato poi accompagnato alla sede di Comando, dove ha tentato di raggirare gli agenti raccontando di risiedere in un residence a Riccione, risultato poi fittizio.

Attraverso la banca dati web, gli uomini della Polizia Locale sono risalti all’albergo dove alloggiava. Avviate le indagini anche lì, nella sua camera d’hotel, è stata trovata un’ulteriore sostanza stupefacente in quantità modica.

Il giovane è stato deferito in stato di libertà per detenzione ai fini di spaccio, mentre l’ufficio immigrazione ha provveduto a dare esecuzione all’espulsione.  

Il ventiseienne aveva con sé anche una bicicletta presumibilmente rubata per la quale la Polizia locale di Rimini ha predisposto un verbale per il rinvenimento così da risalire al proprietario del mezzo.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy