San Marino: anche qui arricchiti nel nome di Galan?

Andrea Pasqualetto 
di Il Corriere della Sera: Lo scandalo Mose. “Sottratti fondi dalla mia campagna elettorale” / 
Il documento di Galan: ricchi usando il mio nome
Accuse alla segretaria, a Baita e a Mazzacurati

(…) «Dopo poco più di quattro anni di collaborazione con la Minutillo, che assunsi perché era molto efficiente(nell’aprile del 2000, ndr) decisi però di licenziarla e le ragioni furono gravi e molteplici…», aveva scritto in precedenza Galan precisando ora che il primo motivo del siluramento fu la scoperta di un’attività parallela di raccolta fondi «della quale io non sapevo nulla». E cita «contatti esclusivi», una campagna elettorale, quella del 2005, 200 mila euro e poi altri ancora e il conto di San Marino «nel quale non operai mai alcuna movimentazione. Lo fece invece lei che si appropriò more solito dei denari… Nel corso degli anni gestiva in prima persona molti rapporti con interlocutori, pubblici e privati, senza riferirmi alcunché».

Per Claudia Minutillo si tratta di infamie.

L’ex segretaria parla per bocca del suo avvocato, Carlo Augenti: «Screditare la persona è l’unica difesa rimasta ma fino ad ora i fatti sono stati riscontrati dall’autorità giudiziaria. Le assurde accuse non possono che essere smentite come false». (…)

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy