San Marino. Commissione Finanze, 14 novembre, seduta mattutina. Agenzia Dire

Seduta mattutina della Commissione Finanze. Resoconto dell’Agenzia Dire.

In mattinata inizia il dibattito e l’esame del progetto di legge “Disposizioni in materia di Edilizia sovvenzionata”.


All’Articolo 2, “Definizione di nucleo familiare”, C10 ritira l’emendamento in quanto analogo alla nuova versione del governo.


All’Articolo 3, “Aventi diritto al contributo dello Stato”, sono diversi gli emendamenti presentati dalla minoranza. Dopo un lungo confronto l’articolo viene modificato dal segretario di Stato, recependo i contenuti di tre emendamenti di Civico 10 e uno di Su. I commissari di minoranza ritirano quindi le proprie proposte inserite nella nuova versione del testo: viene infatti aggiunta, quale condizioni per l’accesso al mutuo agevolato, l’impossibilità di detenere immobili all’estero, come sollecitato da C10 e Su. La nuova versione esclude inoltre quale fattore di esclusione dal credito agevolato la proprietà di terreni agricoli, come richiesto da C10. Infine quale condizioni di esclusione si alza inoltre la soglia della rendita catastale concessa per un fabbricato di proprietà, che passa da 600 a mille euro. Viene respinto invece un emendamento di C10 che non era stato accolto nella versione modificata, volto ad escludere portici e balconi dalla superficie considerata calpestabile.


Il dibattito dei commissari  sul punto 2 di questo articolo occupa larga parte della mattinata: alcune proposte avanzate da C10, quelle poi accolte, sono condivise anche dai commissari di maggioranza. Quindi Roberto Ciavatta di Rete, Paolo Crescentini e Rossano Fabbri di Ps, Tony Margiotta, Su propongono di fermare l’esame dell’intero articolato, per aprire una riflessione più ampia sulla legge e un confronto più approfondito, visto anche la necessità di intervenire, secondo loro, su molti articoli successivi. Molto critico Rossano Fabbri, Ps, per cui il principio alla base dell’intera legge è quello di impedire l’erogazione di mutui agevolati a chiunque, da qui la necessità di mettere in discussione tutto il provvedimento. Diversamente, il segretario di Stato Belluzzi respinge la proposta di sospendere l’esame dell’intero provvedimento, spiega che tre emendamenti di C10 sono accoglibili e legge la nuova versione. L’articolo 3 viene infine approvato con 8 voti a favore, 1 contrario e 1 non votante.


All’Articolo 5, “Prestiti assistiti dal contributo statale”, C10 ritira i suoi emendamenti: il primo perché conseguente ad un emendamento non accolto in precedenza. Il secondo, per abrogare l’esclusione dal finanziamento per importi inferiori  a 80 mila euro, è ritirato perché viene ritenuta accettabile la mediazione proposta  dal segretario Belluzzi di abbassare la soglia a 40 mila euro. Approvato l’articolo la seduta viene interrotta e i lavori riprenderanno nel pomeriggio.

Interventi

Comma 5. Esame in sede referente del progetto di legge “Disposizioni in materia di Edilizia Sovvenzionata”

Iro Belluzzi, segretario di Stato per il Lavoro

Andrea Zafferani, C10

Paolo Crescentini, Ps

Tony Margiotta, Su

Roberto Ciavatta, Rete

Andrea Belluzzi, Psd

Rossano Fabbri, Ps

Iro Belluzzi, segretario di Stato, replica

Leggi il resoconto dell’Agenzia Dire

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy