San Marino. «Fermiamo la pandemia salariale»

«Fermiamo la pandemia salariale»

«Dobbiamo impedire la pandemia salariale: la nuova fiammata del carovita, con i prezzi saliti oltre il 4%, insieme al galoppante caro-energia, fanno cerchiare di rosso il tema dei contratti di lavoro scaduti. Tema che interessa ormai tutti i 20.000 lavoratori del settore pubblico e privato». È questo il senso della tradizionale lettera di inizio anno che il segretario della Cdls, Gianluca Montanari, ha spedito nei giorni scorsi agli iscritti. «Oggi è l’intero mondo del lavoro sammarinese – si legge nella lettera – che attende la stesura di nuovi accordi e una rapida e concreta strategia di contenimento dei costi domestici dell’energia. Accordi non più rinviabili, anche perché assistiamo ad una fiammata dell’inflazione e a rincari generalizzati dei beni di largo consumo che erodono i redditi di migliaia di famiglie». Un blocco contrattuale, è il ragionamento del segretario Cdls, che stride con l’andamento del mercato occupazionale (…)
Articolo tratto da Resto del Carlino
Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy