San Marino. Interpellanza sui rifiuti ospedalieri

Considerato che sul piazzale adibito a parcheggio posto di fronte alla ex Casa di Riposo e nel parcheggio a raso posto a fianco al parcheggio coperto, da tempo sono collocati due rimorchi, privi di motrice, presumibilmente per il deposito e lo stoccaggio di rifiuti derivanti da attività sanitarie;

Valutato inoltre che sotto la rampa di accesso al Pronto Soccorso risultano essere stoccati contenitori (bidoni di plastica misti), appositamente sigillati, anch’essi contenenti presumibilmente materiale di scarto proveniente da attività sanitarie;

Visto il Decreto Delegato 27 Aprile 2012 N.44 “Codice Ambientale”, ed in particolare, visto l’articolo 35 (Rifiuti derivanti da attività sanitarie) in cui, i rifiuti speciali derivanti da attività sanitarie, quali, a titolo esemplificativo, ospedali, case di cura, case di riposo, ambulatori medici, veterinari, laboratori di analisi, centri di ricerca chimico-biologica, sono da considerarsi rifiuti speciali pericolosi;

Valutato che i rifiuti speciali pericolosi rientrano nella categoria dei rifiuti particolarmente a rischio e come il predetto Decreto Delegato n.44/2012 preveda, per questa specifica categoria di rifiuti, lo smaltimento entro breve tempo e con le dovute precauzioni;

a tal fine, si INTERROGA il Congresso di Stato per conoscere:

se all’interno dei rimorchi posti nel parcheggio fronte alla ex Casa di Riposo e nel parcheggio a raso posto a fianco al parcheggio coperto, risultano essere depositati o staccati, anche solo temporaneamente, rifiuti derivanti da attività sanitarie; in caso di risposta affermativa si chiede di conoscere che tipologia di rifiuti speciali risultano essere depositati all’interno dei rimorchi e se tale stoccaggio rispetti la normativa relativa ai depositi temporanei (vedi Decreto delegato n.44/212, articolo 12, comma 1, lettera bb) o sia necessaria una specifica autorizzazione;

se al di sotto della rampa di accesso al Pronto Soccorso, risultano essere depositati o staccati, anche solo temporaneamente, rifiuti derivanti da attività sanitarie; in caso di risposta affermativa si chiede di conoscere che tipologia di rifiuti speciali risultano essere depositati al di sotto della rampa di accesso al Pronto Soccorso se tale stoccaggio rispetti la normativa relativa ai depositi temporanei (vedi Decreto delegato n.44/212, articolo 12, comma 1, lettera bb) o sia necessaria una specifica autorizzazione;

se il Direttore Generale dell’ISS o il Comitato Esecutivo hanno autorizzato il noleggio dei rimorchi posti nei parcheggi all’aperto di fronte alla struttura ospedaliera; in caso di risposta affermativa si chiede di ricevere copia della predetta autorizzazione; di conoscere l’importo relativo al noleggio dei rimorchi, la proprietà degli stessi e la durata contrattuale del noleggio;

se il Direttore Generale dell’ISS o il Comitato Esecutivo hanno autorizzato l’individuazione del sito per lo stoccaggio, anche temporaneo, dei rifiuti all’interno dei rimorchi ed al di sotto della rampa di accesso al Pronto Soccorso;

le ragioni e le motivazioni della sosta così prolungata dei rimorchi posti nei parcheggi ubicati di fronte alla struttura ospedaliera;

le ragioni e le motivazioni della sosta così prolungata dei contenitori (bidoni di plastica misti) depositati al di sotto della rampa di accesso al pronto Soccorso;

chi è autorizzato ad accedere all’interno dei rimorchi e chi ne costudisce le chiavi di accesso;

se – qualora all’interno dei rimorchi siano presenti rifiuti speciali pericolosi – sono state assunte le dovute precauzioni di sicurezza a tutela dell’incolumità pubblica e quali accorgimenti sono stati assunti;

chi è autorizzato a rimuovere o depositare i contenitori (bidoni di plastica misti) posti al di sotto della rampa di accesso al pronto Soccorso;

se il Direttore Generale dell’ISS in qualità di rappresentante legale dell’ISS ed il Direttore di Dipartimento di Prevenzione dell’ISS, in qualità di datore di lavoro, hanno rilasciato le dovute autorizzazioni agli addetti che hanno accesso ai predetti rimorchi ed alla rimozione /deposito dei contenitori (bidoni di plastica misti);

se risultano essere state presentate le pratiche per lo smaltimento dei rifiuti stoccati all’interno dei rimorchi, chi le ha predisposte e con quale cadenza vengono smaltiti;

se risultano essere state presentate le pratiche per lo smaltimento dei contenitori (bidoni di plastica misti) posti al di sotto della rampa di accesso al Pronto Soccorso, chi le ha predisposte e con quale cadenza vengono smaltiti;

Infine si interpella il Congresso di Stato per apprendere

in che data è avvenuta l’ultima esportazione dei rifiuti derivanti dall’attività Sanitaria dell’Ospedale;

da quanto tempo persiste l’inaccettabile sovrapposizione fra il Direttore sanitario (controllato) ed il Direttore Prevenzione (controllore) con conseguente assenza di controlli sulla gestione dello smaltimento dei rifiuti da attività sanitaria e sul rispetto delle prescrizioni del Codice Ambientale a tutela degli operatori e fruitori dell’Ospedale;

 

 

San Marino, 29 Marzo 2018

 

 

Il Consigliere Stefano Canti

 

Il Consigliere Gian Carlo Venturini

 

Il Consigliere Oscar Mina

 

Il Consigliere Pasquale Valentini

 

Il Consigliere Mariella Mularoni

 

Il Consigliere Marco Gatti

 

si associa per risposta scritta Massimo Andrea Ugolini

 

 

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy