San Marino. Intervista al Segretario Gatti: “Cavalcare dissenso è più facile di spiegare ragioni dei sacrifici” 

Intervista al Segretario Gatti: “Cavalcare dissenso è più facile di spiegare ragioni dei sacrifici”

Ai Sindacati: “Ricercare le colpe è un esercizio tipico di chi non vuole assumere decisioni impopolari”

Nel giorno dello Sciopero generale pubblichiamo una intervista al Segretario Finanze, Marco Gatti. Con lui abbiamo provato a fare chiarezza sulla situazione economica in cui verte il Paese ed in cui è costretto a operare il governo.

Segretario Gatti, per quale motivo non è stato possibile evitare la Sciopero generale?

“È sicuramente più facile cavalcare il dissenso su provvedimenti che comportano dei sacrifici che spiegare le ragioni di quei provvedimenti. Il Governo è determinato a concludere le riforme per garantire la sostenibilità del Bilancio e dei Fondi Pensione. Le riforme, però, devono essere riforme e non palliativi che danno colore al tempo ma non risolvono nulla. Probabilmente non tutti sentono questa stessa responsabilità o non tutti hanno interesse a rappresentare la necessità di interventi a tutela del futuro delle giovani generazioni”.

Le “colpe” allora stanno tutte da una parte?

“La politica è chiamata a trovare soluzioni sostenibili per garantire il futuro. Il Governo, in questi mesi, si è adoperato in un confronto con le parti sociali ed economiche che potesse portare alla maggiore condivisione su riforme importanti come quelle in discussione. Ci spiace che il Sindacato abbia ritenuto non sufficiente il confronto nonostante i numerosi punti accolti. Ciononostante, ricercare le colpe è un esercizio tipico di chi non vuole assumere decisioni impopolari e quindi sposta l’attenzione dal ‘problema’. Questo non ci appartiene” (…)

David Oddone – La Serenissima

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy