San Marino. La Serenissima: “Il debito pubblico schizza a 490 milioni di euro”

La Serenissima. Un bilancio preventivo fatto per “tappare” i buchi. E intanto il debito schizza a 490 milioni

Il progetto di bilancio per il 2022 presentato dal governo aumenta i rischi, già gravi, per il Paese. Si tratta infatti di un bilancio puramente finanziario, fatto per trovare i soldi in prestito per pagare la spesa corrente. All’articolo 2 il governo accende un ulteriore prestito di 150 milioni, che porterà il debito pubblico consolidato a 490 milioni di euro che si aggiunge ai circa 800 milioni di euro dovuti per gli impegni verso Cassa di Risparmio per i Buoni Irredimibili e altre banche per i crediti di imposta o le garanzie prestate. L’unico sollievo è quello per cui nelle casse dello Stato sono rimasti 180 milioni (dei 340 della vendita dei Titano Bond), ma di questi, entro il 31 dicembre dovranno essere pagati i 150 milioni del prestito “ponte” della Cargill. (…)

Articolo tratto da La Serenissima

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy