San Marino. «Linea dura del governo, ma non molliamo»

I sindacati, dopo lo sciopero generale, tornano a parlare della riforma delle pensioni: «Nessuna apertura alla richiesta di modifiche».

«Nessuna apertura alle richieste di modifica della riforma previdenziale che la piazza piena di manifestanti ha sostenuto durante lo sciopero generale». È una constatazione amara quella dei sindacati, dopo gli incontri a Palazzo Pubblico con le delegazioni del governo e della maggioranza. Il primo incontro martedì, nella giornata dello sciopero, si è svolto con i partiti di opposizione, «che hanno espresso il loro appoggio – riferiscono Csdl, Cdls e Usl – alle motivazioni dello sciopero generale e confermato la presentazione di una serie di emendamenti al progetto di legge di riforma previdenziale, per la gran parte in linea con le richieste delle tre organizzazioni sindacali. (…)

Articolo tratto da Il Resto del Carlino

 

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy