San Marino. Rete: l’intervento di Roberto Ciavatta su referendum e Banca Centrale

SAN MARINO. Roberto Ciavatta del Movimento Rete interviene sullo ‘spirito del referendum’.

In questi anni in cui mi sono trovato a fare il politico ho purtroppo constatato di persona l’atteggiamento dei nostri governanti di fronte a personaggi (investitori, professionisti, tecnici) che vengono da fuori.

È un atteggiamento di sudditanza che riflette il nostro provincialismo, è lo sguardo di ammirazione verso il salvatore. E chi provincialista non lo è se ne rende subito conto, e capisce  di poter agevolmente piegare quei provincialotti alle proprie richieste. È così che il Presidente e vice-presidente della Banca Centrale richiedono allo Stato di aggirare le leggi, e lo Stato le aggira! Su richiesta! Garantisce ad entrambi stipendi cumulativi e benefit che nei fatti aboliscono la legge dello Stato che impone il tetto degli stipendi a €150.000! (…)

Leggi comunicato

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy