San Marino: Tito Masi auspica firma memorandum tra banche centrali. Bankitalia non ha fretta

Antonio Fabbri, L’Informazione di San Marino: Masi: “Serve intesa fra banche centrali per evitare isolamento” / Il presidente della Fondazione Carisp: “Bene la firma, ma serve memorandum”

I rallegramenti del Presidente
di Banca Centrale Renato
Clarizia
sono giunti tra le
prime dichiarazioni seguite
alla firma. D’altra parte, però,
va rilevato che di pari passo
con le trattative per l’accordo
contro le doppie imposizioni
sarebbe dovuto procedere
anche il memorandum d’intesa
tra le banche centrali, del quale
non si ha notizia. Ed evidentemente
notizie ne aspetta anche
il presidente della Fondazione
Carisp, Tito Masi,
se, nel congratularsi
ufficialmente per il
passo della firma dell’accordo
contro le doppie imposizioni,
rileva come l’intesa tra Bcsm
e Banca D’Italia sia altrettanto
importante per evitare che il
sistema bancario del Titano
rimanga isolato.


[…]


A quanto pare, però, Bankitalia
non avrebbe tutta questa fretta
di arrivare ad un Memorandum
di intesa con Banca Centrale
di San Marino, considerato
che si tratta di un accordo che
serve più al Titano che all’Italia
che, ad oggi, non vede più
“contaminazioni” delle proprie
banche con quelle sammarinesi
dopo l’abbandono delle
compagini societari del Titano
da parte degli istituti di credito
d’oltre confine, anche spinti a
questa scelta dalle pressioni di
vigilanza esercitate da Palazzo
Koch. Allo stesso tempo le 
propaggini sammarinesi in
Italia, dopo il caso Delta, sono
praticamente state tutte amputate.
Di certo, quindi, l’interesse
a siglare il memorandum da
parte dell’Italia è relativo.

 

Ascolta il giornale radio di oggi

Oggi i Giornali parlano di…

Webcam Nido del Falco

Meteo San Marino di N. Montebelli

Vignette di Ranfo

Accadde oggi, pillola di storia

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy