Sulla crisi di governo in atto

COMUNICATO

L’assemblea di Sinistra Unita ha preso in esame il passaggio consigliare che ha visto la bocciatura della legge sul giusto processo e che ha determinato il ritiro della sua delegazione.
Sinistra Unita ha espresso il proprio rammarico per l’incapacità della rappresentanza consigliare di maggioranza nel dimostrare unità e convergenza su questo importante provvedimento che avrebbe portato a una più alta civiltà giuridica del nostro Paese; segno che le forze di resistenza al cambiamento sono ancora molto forti.
Alla luce di questo Sinistra Unita ha ritenuto doveroso aprire la crisi di governo come segno di chiarificazione e trasparenza nei confronti della cittadinanza.
Sinistra Unita crede che questa instabilità politica sia una ulteriore dimostrazione che ci sono ancora individui incapaci di confrontarsi a viso aperto e resistenti al cambiamento e che, per obiettivi non dichiarati, danneggiano il Paese facendo naufragare un Governo di svolta in un momento critico per la definizione delle politiche di bilancio e per le delicate trattative in corso con l’Italia.
Sinistra Unita intravede nella nuova legge elettorale e nella formazione di coalizioni che condividano e sottoscrivano un reale programma di svolta – con tempi e modalità certi di attuazione – la strada principale per dare il colpo finale alla politica dell’inciucio e degli interessi personali che sono causa di una sempre maggiore lontananza della politica dai cittadini.
Noi lavoreremo con serietà e franchezza per costruire una coalizione di centro-sinistra che sia riformatrice non solo a parole e sappia offrire soluzioni sicure alle necessità reali ed ai desideri dei cittadini sammarinesi.

San Marino, 26 ottobre 2007

Sinistra Unita

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy