Trasporti, San Marino-Italia dopo le targhe, ancora problemi

Il segretario Beccari in Commissione: “Ci siamo subito attivati per risolvere la situazione”

Il problema è stato sollevato in Commissione Esteri, venerdì, e riguarda nuovi problemi nell’ambito dei trasporti tra San Marino e Italia. Si tratta dei problemi legati al noleggio mezzi con conducente.

A porre la questione in Comma comunicazioni in Commissione esteri è stato il consigliere di Libera Alessandro Bevitori: “Chiedo al Segretario informazioni in merito ai casi – mi risulta siano più di uno- di complicazioni che ci sarebbero con la vicina Italia per quanto riguarda l’attività di ‘noleggio con conducente’. La situazione è a dir poco esagerata: oggi a San Marino parliamo di pochi conducenti, 3-4, che operano nel rispetto delle regole, in passato erano invece tantissimi, molti erano noleggi fittizi. Ma San Marino è cambiata e l’a[1]tacco che è arrivato in questo ambito credo sia completamente inaccettabile. Anche per i modi in cui sarebbe avvenuto. Mi risultano anche dei pedinamenti messi in atto da parte delle autorità italiane a mezzi sammarinesi. Si parla anche di mezzi scolastici con bambini a bordo bloccati per controlli di polizia. Capite bene che un pulmino della scuola bloccato, con bambini a bordo, è inaccettabile. Queste cose non devono succedere. E’ sintomo che i rapporti da qualche parte devono essere oliati. Chiedo al Segretario se ci sono informazioni da darci a riguardo”, ha detto Bevitori.

Ha ammesso il problema in sede di replica, il Segretario di Stato Luca Beccari: “Sul discorso ‘Ncc’ (noleggio con conducente) ci siamo attivati subito appena avuto segnalazione delle prime contravvenzioni – ha ammesso il problema il segretario di Stato per gli Affari Esteri, Luca Beccari -. Abbiamo avuto un incontro con il Prefetto di Rimini, verrà formulato un quesito congiunto al ministero degli Interni per chiarire un aspetto. La normativa dei servizi Ncc italiana prevede infatti una serie di regole nel trasporto-persone da Comune a Comune, ma non contempla il trasporto in territorio extra nazionale, salvo se sia un paese Ue. Se avessimo un accordo di Associazione con l’Ue sarebbe un problema solo di applicazione di regole da ‘Comune a Comune’.

C’è quindi questo aspetto sul quale si troverà una soluzione. Ma poi c’è un problema operativo, ci sono regole in Italia che riguardano la compilazione dei fogli di viaggio, la compilazione telematica etc. che vanno rispettati. Vero è che il Comune di Rimini sta facendo una operazione di controllo che non riguarda solo San Marino, sono state infatti elevate contravvenzioni a conducenti del comune di Riccione, Santarcangelo, eccetera. Le regole devono essere rispettate, il tema del pulmino fermato con i bambini è stato segnalato, anche noi per primi abbiamo ravvisato l’esagerazione di far scendere i bambini al confine…. speriamo in aggiornamenti a stretto giro. Mi auguro non sia un altro caso-targhe, anche perché in questo caso la normativa è meno complessa. Sono state inviate circolare informative utili agli operatori nel frattempo”, ha concluso Beccari

 

Articolo tratto da L’Informazione di San Marino pubblicato integralmente dopo le 23

 

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy