Vagonate di soldi con gli integratori. La Finanza fa crollare la ‘piramide’

Vendite illecite, le Fiamme gialle smantellano la rete: 13 denunciati e sequestri per oltre 7 milioni. A Rimini c’erano i vertici dell’organizzazione. Tra gli indagati l’ex calciatore sammarinese Fabio Bollini.

MANUEL SPADAZZI – Con quei prodotti, era la promessa, non solo potevi dimagrire, ma anche guadagnare tanti soldi. Bastava convincere altre persone a comprare quegli integratori alimentari, portandoli così nella ‘rete’. Una macchina da soldi smantellata dalla Guardia di finanza di Rimini con l’operazione ‘Cheope’. Tredici le persone denunciate, mentre ammonta a oltre 7 milioni di euro, tra conti correnti, case e terreni, il valore dei sequestri cautelari disposti dal gip Benedetta Vitolo su richiesta del pm Luca Bertuzzi, che ha coordinato l’indagine. I 7,3 milioni sequestrati sono i soldi mai versati, in tutti questi anni, per l’Iva dovuta. Il sistema di vendita piramidale scoperto dalle Fiamme gialle si basava sul reclutamento di nuovi clienti-venditori. In pochi anni la rete, che si era diffusa a Rimini a partire dal 2015, era riuscita a reclutare 10mila venditori. (…)

Articolo tratto dal Resto del Carlino

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy