Valmarecchia. Pesta mamma e sorella per i soldi, condannato rapinatore seriale

Due anni e otto mesi la pena inflitta a un 32enne: a lungo ha trasformato in un incubo la vita delle familiari.

ENRICO CHIAVEGATTI – Due anni e 8 mesi di reclusione. È la condanna inflitta con rito abbreviato (che permette uno sconto della pena di un terzo) dal Gup Vinicio Cantarini ad un 32enne residente in Valmarecchia che per anni ha maltrattato e reso un inferno la vita di madre e sorella. Un caso ben conosciuto dal pool di magistrati della Procura di Rimini che lavora sul “Codice rosso” che dopo aver ottenuto il divieto di avvicinamento del giovane ai famigliari nel raggio di mezzo chilometro ha chiesto il suo arresto per le ripetute violazioni del divieto. A far scattare le manette era stata la richiesta d’aiuto fatta dalla madre ai carabinieri nei primi giorni di luglio dello scorso anno. (…)

Articolo tratto dal Corriere di Romagna

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy