10 milioni per l’ex Bns, accolto all’unanimità l’odg delle opposizioni: vertici di Bcsm riferiranno in Commissione

Dopo l’audizione dei vertici Aass sul caro bollette, l’opposizione ottiene anche la convocazione dei vertici di Banca centrale e l’amministratore unico di Bns.

Il caso è quello del conferimento di 10.582.000 dal bilancio pubblico alla società di gestione degli attivi ex Bns SpA, l’ente nato dalle ceneri di Banca Cis.

Libera, Repubblica Futura e il consigliere indipendente Rossano Fabbri avevano depositato ad inizio settimana in Commissione Finanze un ordine del giorno per “pianificare, nei tempi più brevi possibili, una audizione con l’amministratore unico della società di gestione ex BNS e con i vertici di Banca Centrale della Repubblica di San Marino”.

Oggi l’odg è stato discusso al termine dei lavori sulla riforma del mercato del lavoro e approvato all’unanimità.

“Chiediamo di poter audire i vertici di Bcsm e l’amministratore unico di ex Bns – ha detto Matteo Ciacci, Libera – alla luce della discussione fatta in Assestamento di Bilancio sui temi legati ai 10 mln di euro che paiono oggetto di un procedimento penale. È una vicenda assolutamente da approfondire. Va inoltre fatta chiarezza anche sul tema del recupero crediti e se ci sono responsabilità da appurare e negligenze che potrebbero emergere e in questo caso, su cui il Consiglio grande e generale dovrà agire di conseguenza”.

Stefano Giulianelli, Pdcs, a nome della maggioranza, ha annunciato il voto di accoglimento rispetto l’Odg. “Sentito anche il Segretario per le Finanze, riteniamo come commissari di poter accogliere questo impegno. Riteniamo infatti sia importante fugare ogni dubbio in merito a quanto emerso nell’ultima sessione consiliare attorno a questa operazione”.

Infine, Nicola Renzi, Rf, ringrazia la maggioranza per una scelta non scontata: “Siamo lieti finalmente di registrare un clima diverso in cui si vuole vedere chiaro sulle cose”.

Intanto giovedì pomeriggio la Commissione consiliare Finanze tornerà a riunirsi per l’audizione con i vertici dell’Aass e il riferimento del Sds Lonfernini sul caro-bollette.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy