Aborto a San Marino, Uds: “Legge ancora ferma in prima lettura”

Uds: “Ivg, legge ancora ferma in prima lettura. Insoddisfazione per l’azione politica e il ritardo ingiustificato. No a modifiche che di fatto impediscono alle donne l’accesso all’interruzione di gravidanza”

Nemmeno in questo Consiglio arriva in seconda lettura la legge sull’Interruzione volontaria di gravidanza. E a rimarcare il ritardo è l’Unione donne sammarinesi: “Sono passati otto mesi dal Referendum e la legge che regolamenta l’interruzione volontaria di gravidanza è ancora ferma alla prima lettura. Il passaggio alla relativa Commissione consiliare permanente tarda ad essere calendarizzato.  (…) Uds ha rimarcato che gli emendamenti proposti da ‘Uno di Noi’ di fatto impediscono alle donne l’accesso all’Ivg creando ostacoli e storture inaccettabili e totalmente assenti nella normativa italiana. Uds esprime insoddisfazione per l’azione politica che, con un ritardo ingiustificato, non ha ancora provveduto a dotare il Paese di una legge che recepisca la volontà popolare e si augura che entro la fine di luglio l’iter possa concludersi con una normativa che riconosca alle donne l’accesso ad un diritto che arriva a San Marino con un ritardo spaventoso”. (…)

Articolo tratto da L’Informazione di San Marino

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy