Lapidi divelte al cimitero Gurkha, episodio ancora avvolto nel mistero

Permane ancora il mistero, a distanza di tre giorni, sulle cause ed eventuali responsabilità dell’abbattimento di ben quattro lapidi al Cimitero di guerra Gurkha, lungo la Superstrada SS72 Rimini-San Marino. È comunque difficile ipotizzare altro di un atto di puro vandalismo. A meno che non si sia trattato di una ispezione di manutenzione delle lapidi, della quale però non si ha notizia. Fin qui nessuna autorità o istituzione ha rilasciato dichiarazioni. (…) Le lapidi sono state divelte apparentemente a caso, una sul lato destro del cimitero, le altre sul sinistro, e comunque non in modo sequenziale o lineare. La presenza di una poiana morta (foto a destra) da poco di fronte ad un’altra tomba accresce il mistero. Presenza puramente casuale o elemento di un rito satanico? Va detto tuttavia che non sono state rinvenute scritte oltraggiose, simboli o svastiche. (…)

Articolo tratto da L’Informazione di San Marino

 


PRECISAZIONE PUBBLICATA IL 14 GIUGNO 2022 SULLO STESSO GIORNALE

Lapidi spezzate al cimitero Gurkha, mistero risolto. Non si è trattato di atto vandalico ma verifiche tecniche di tenuta. Lo comunica la Commissione per i cimiteri di guerra

Lapidi spezzate al cimitero Gurkha, chiarito l’accaduto. Non si è trattato di un atto vandalico. Lo certifica, sollevando tutti da una certa inquietudine che l’episodio aveva generato, la Commonwealth War Graves Commission (Cwgc), la Commissione per i cimiteri di guerra del Commonwelt. Commissione che decide anche, da ora in avanti, di mettere degli avvisi quando vengano fatti questi lavori di manutenzione.

Ecco la nota della Cwgc: “Abbiamo avuto notizia di un articolo apparso sul vostro giornale lo scorso 6 giugno 2022 in cui si ipotizzava un atto vandalico come causa delle quattro lapidi divelte nel cimitero Gurkha di Rimini. Vi informiamo che il cimitero è stato oggetto di una verifica sulla robustezza delle lapidi da parte di un team belga specializzato, che ha il compito di evitare che i visitatori o il personale della CWGC possano farsi male in seguito a cedimenti di lapidi o strutture del sito. In seguito a tale verifica, occorsa nella giornata di sabato 4 giugno, le quattro lapidi in questione hanno ceduto e non avendo personale in forza nel weekend la rimozione delle lapidi spezzate e la sostituzione con marker temporanei è stata effettuata dalla CWGC lunedì mattina. Al fine di evitare spiacevoli fraintendimenti in futuro, la CWGC ha deciso di far apporre dal team su eventuali altre lapidi spezzate un avviso per i visitatori qualora non sia possibile rimuovere la lapide immediatamente.

Il colonnello Salarìa è stato informato di quanto sopra ed è stato felice di ricevere la conferma che non si sia trattato di un atto vandalico.

Certi della vostra comprensione vi ringraziamo per l’interessamento ai nostri siti e vi inviamo i nostri più cordiali saluti”

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy