Minorenne ferito alla stazione di Rimini, scomparso nel nulla l’aggressore

Minore ferito alla stazione, ancora in fuga l’aggressore. Un testimone ha raccontato di averli separati mentre si azzuffavano. La vittima ha verbalizzato di essere stato colpito anche con un coltello

ENRICO CHIAVEGATTI – Sembra essere scomparso nel nulla il magrebino 24enne che giovedì sera, davanti alla fermata del Burger King alla stazione di Rimini, in quello che dovrebbe essere stato un tentativo di rapina, ha seriamente ferito con un coccio di bottiglia e un coltello (così almeno ricorda la vittima) un connazionale minorenne in attesa del bus per tornare a Coriano dove vive a casa di uno zio. Il nome e cognome dell’aggressore, la sua foto scaricata da profilo Facebook come indicato dalla vittima, è nelle mani e sul cruscotto di tutte le macchine delle forze dell’ordine non solo riminesi: il latitante, infatti, avrebbe molti agganci anche in Lombardia. Questo spiegherebbe il perché della difficoltà nel rintracciarlo e ammanettarlo. (…)

Il 17enne dice che, dopo aver rifiutato di offrire una sigaretta all’aggressore, questo gli avrebbe intimato di consegnare il cellulare e il portafoglio. Da lì sarebbe nata la loro colluttazione, terminata con il suo ferimento. Il teste, invece, che a sua volta dice di conoscere di vista il ricercato “noto” frequentatore della zona della stazione, ha verbalizzato di aver visto i due iniziare una violenta discussione con il feritore che brandiva una bottiglia e minacciava di colpirlo. I due avevano iniziato ad azzuffarsi ed erano finiti a terra. Con l’aiuto di un altro giovane sconosciuto, era intervenuto per separarli. (…)

Articolo tratto da Corriere Romagna

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy