Nuova deroga ai sammarinesi vaccinati con Sputnik, Ciavatta: “Altro importante traguardo”

“Un altro importante traguardo, frutto di un rapporto diplomatico ormai solido tra le istituzioni sanitarie della Repubblica di San Marino e della Repubblica italiana”.

Così la Segreteria di Stato alla Sanità commenta l’approvazione da parte Senato della Repubblica italiana del decreto milleproroghe 2022 in cui, all’articolo 22, si allunga di un altro mese la validità del green pass italiano per i sammarinesi vaccinati con Sputnik.

“L’ampliamento del riconoscimento del green pass – scrive la segreteria in una nota – anche per i cittadini sammarinesi vaccinati con Sputnik V, che così potranno accedere alle prestazioni per cui la tessera verde è prevista dalla legislazione italiana con il green pass rilasciato dalle competenti autorità sanitarie dell’Istituto Sicurezza Sociale, fino al 31 marzo 2022. Si ricorda anche come, a partire dal 1° aprile 2022, si concluderà in entrambi i paesi lo stato di emergenza sanitaria”.

La Segreteria di Stato per la Sanità ricordare quindi che esistono diversi livelli e durate dei green pass in Italia, quello base e quello rafforzato:

  • Il green pass base è ottenibile in seguito a vaccinazione, a guarigione, o a test antigenico rapido o molecolare con risultato negativo, il green pass rafforzato si ottiene solo a seguito di vaccinazione o guarigione.
  • La validità del green pass è di 180 giorni (6 mesi) a seguito di vaccinazione primaria o di guarigione e di 48 o 72 ore in caso di tampone antigenico o molecolare. Il green pass ha invece validità illimitata in caso di vaccinazione di richiamo (booster) o in caso di guarigione successivamente alla vaccinazione primaria o booster.
  • L’invito alla popolazione è quindi quello di verificare, in tutti i casi in cui si sia eseguito il ciclo vaccinale con un prodotto non riconosciuto dall’Agenzia europea per i medicinali (Ema) e nonostante la deroga vigente, la data in cui si è effettuata l’ultima dose vaccinale. Si ricorda inoltre che presso l’ISS continua ad essere possibile prenotarsi per le vaccinazioni booster con vaccini a m-RNA.

Roberto Ciavatta (Segretario di Stato per la Sanità e Sicurezza Sociale): “Grazie agli ottimi rapporti bilaterali stretti con le istituzioni sanitarie italiane in questi anni, le problematiche legate alla mobilità e all’operatività tra i due paesi sono state ridotte al minimo. Ora tutti gli sforzi siano concentrati per dare un nuovo orizzonte di sviluppo alla sanità sammarinese. Lasciatemi ricordare in questa sede che la Repubblica di San Marino è stato uno dei Paesi al mondo che ha osservato meno giorni di chiusura delle attività economiche a causa della pandemia e che le restrizioni sono state di gran lunga meno coercitive dei Paesi che ci circondano”.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy