Parte a San Marino il progetto di Calcio Camminato

Parte il progetto di Calcio Camminato nella Repubblica di San Marino.

Lo annunciano in un comunicato congiunto la Federazione sammarinese giuoco calcio e l’Istituto per la sicurezza sociale.

La pratica costante e continuativa dell’attività fisica comporta benefici connessi al controllo motorio e all’incremento dell’equilibrio, della forza, della coordinazione, della flessibilità e della resistenza.
L’attività fisica, inoltre, svolge un ruolo fondamentale nella riduzione del rischio di patologie cardiovascolari, metaboliche e neoplastiche; ha un’azione benefica sulla salute mentale, in quanto aiuta a prevenire e a controllare stati di ansia e depressione e migliorare la funzione cognitiva. Contrasta inoltre l’insorgenza dell’epatosteatosi e dell’osteoporosi.
Nei soggetti affetti da diabete mellito la pratica di attività fisica migliora il controllo glicemico, riduce l’insulino-resistenza e induce effetti favorevoli sugli altri fattori di rischio cardiovascolari quali il peso, l’ipertensione e la dislipidemia.

L’Organizzazione mondiale della sanità propone ai pazienti diabetici di tipo 2 di effettuare almeno 150 minuti di esercizio fisico alla settimana di intensità moderata-intensa, distribuiti in almeno tre giorni alla settimana.
I diabetici a San Marino risultano essere ad oggi 2.327, e per questi pazienti l’esercizio fisico rappresenta un cardine fondamentale nel trattamento della propria patologia. Per questo motivo il Modulo Funzionale di Malattie Endocrino-Metaboliche afferente all’Uoc Medicina Interna dell’Istituto per la sicurezza sociale, in collaborazione e su proposta della Federazione sammarinese giuoco calcio, sta cercando di coinvolgere i diabetici over 50 in un progetto di Calcio Camminato (una versione del gioco del calcio con regole particolari, come il divieto di correre e di fare contrasti) con l’obiettivo, attraverso lo strumento ludico, di fornire loro un’opportunità per ridurre la sedentarietà e per socializzare in gruppo, riducendo al minimo i rischi di infortuni normalmente connessi a una normale partita di calcio.

L’attività prevede un allenamento settimanale di circa un’ora e mezza; sarà gratuita e coordinata da preparatori atletici specializzati.
Si svolgerà alla palestra di Fonte dell’Ovo il mercoledì sera alle 18.15 a partire dalla metà di gennaio e per i tre mesi successivi.
Progetti simili sono stati recentemente realizzati in Portogallo e hanno consentito di ottenere benefici in termini di miglioramento dell’assetto glicometabolico, del peso e di altri parametri cardiovascolari, così come atteso e dimostrato da alcuni studi scientifici internazionali.

La riunione informativa e di presentazione per tutti i pazienti diabetici interessati si terrà mercoledì 14 dicembre 2022 alle ore 18.15 alla Casa del Calcio di Montecchio.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy