Riccione. Arrivano gli aumenti per Tari e tassa di soggiorno

Tari e tassa di soggiorno, arrivano gli aumenti. Per contrastare i 4 milioni in più di spese in bilancio, verranno fatti dei tagli di spesa ai settori Cultura, Turismo, Sport e Personale

ANDREA OLIVA – Tornano ad aumentare l’imposta di soggiorno e la Tari. Sono le due partite che stanno agitando le categorie economiche a partire da Federlaberghi. L’amministrazione comunale ha comunicato che i conti devono tornare e nel 2023 sono previste uscite pesanti per il bilancio. “Si prevedono – spiegano dal municipio – due milioni di euro di aumenti per le spese energetiche e un quasi un milione di euro più di spesa per il personale (900mila la stima annua a seguito dell’entrata in vigore del nuovo contratto), oltre a una uscita ulteriore di un milione e 400mila euro derivante dal Pef biennale (piano economico finanziario) di Hera, così come stabilito a fine 2021”. Oltre 4 milioni di euro che la giunta intende colmare aumentando alcune imposte e tagliando le spese dei settori. (…)

Articolo tratto da Il Resto del Carlino

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy