Rimini. Intossicato da cannabis. In rianimazione a 10 mesi

I genitori lo hanno portato nel cuore della notte al pronto soccorso pediatrico dell’Infermi. Gli esami di laboratorio hanno accertato l’avvenuta assunzione di sostanza stupefacente.

ENRICO CHIAVEGATTI – Bimbo di 10 mesi ricoverato in Rianimazione a causa di una intossicazione da cannabinoidi.
Vicenda delicata e ancora da chiarire per molti aspetti quella che ha per protagonisti un papà dell’Est Europa e la mamma riminese del piccino le cui condizioni, fortunatamente, con il passare delle ore, grazie alle cure del personale della Rianimazione e della Pediatria, sono decisamente migliorate e adesso è fuori pericolo. Del caso se ne stanno occupando il sostituto procuratore Paola Bonetti e gli investigatori della Squadra mobile della Questura di Rimini. (…) Quello stato di apparente catalessi, infatti, hanno svelato gli esami di laboratorio, sarebbe stato provocato dall’assunzione per via orale di droga, probabilmente marijuana. Stupefacente che gli investigatori della Squadra mobile ora stanno cercando di capire dove il piccino possa aver trovato. Nessuna ipotesi viene esclusa, compresa quella che un ciuffo gli possa essere rimasto in mano mentre giocava al parco. Del resto le aree verdi cittadine da tempo sono diventate la casa degli spacciatori. (…)

Articolo tratto dal Corriere di Romagna

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy