Rimini. Statale 16, parte la rivoluzione attesa vent’anni

Al via i lavori per le rotatorie agli incroci con le vie Montescudo-Coriano e la Consolare. Da oggi chiusura in direzione Nord e bypass

MARIO GRADARA – Prove generali ieri sera. Oggi si parte. E saranno dolori. Statale 16 chiusa in un tratto nevralgico – con realizzazione di bypass per superarlo – per arrivare ad eliminare gli ultimi due buchi neri. Dopo quasi vent’anni di attesa, e di annunci caduti nel vuoto. I buchi neri del traffico nell’arco di venti mesi saranno sostituiti da due maxi-rotatorie. Una all’intersezione dell’Adriatica con le vie Montescudo e Coriano. L’altra gigantesca, con i suoi 110 metri di diametro, all’intersezione con la Consolare per San Marino. Distanti tra la loro poche centinaia di metri. Per questo gli interventi – 10 milioni di euro complessivi, a carico di Autostrade per l’Italia – saranno scaglionati. Terminato il primo (quello sulla Montescudo Coriano), verosimilmente a settembre, quando aprirà la mega-rotatoria seppure non ancora ultimata quanto a rifiniture, partirà il secondo, con la San Marino. (…)

Articolo tratto dal Resto del Carlino

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy