San Marino, anche la Cdls stigmatizza l’azzeramento dei vertici di Bcsm

Anche la Confederazione Democratica dei Lavoratori Sammarinesi getta l’allarme per la condizione in cui è venuta a trovarsi la Repubblica di San Marino a seguito dell’azzeramento dei vertici di Banca Centrale.

In gioco c’è il futuro economico, finanziario ed occupazionale, ma ancor di più il mantenimento degli attuali livelli di stato sociale, frutto del sacrificio e dell’impegno di generazioni di lavoratori e cittadini.
Al netto dei torti e delle ragioni, le contrapposizioni istituzionali, che nel caso di Banca Centrale hanno assunto toni da Duello rusticano, non solo non aiutano il Paese ad uscire dalle secche, ma aggiungono problemi a problemi.
Al contrario, in un momento come questo serve autorevolezza del Governo, forte coesione sociale e obiettivi condivisi

Vedi comunicato Cdls

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy