San Marino. I ‘ tangentari’ del sistema bancario

I politici di San Marino  aprono alla collaborazione con gli altri Stati fino allo scambio automatico delle informazioni  (altrimenti niente white list) sui conti degli altri e si accingono, a quanto pare,  ad accettare  i controlli diretti in banche sammarinesi di Bankitalia ancora  sui  conti degli altri.

All’interno però chiusura totale (trasparenza da ridere). 
I sammarinesi non devono sapere.
Anche quando ci sono di mezzo soldi pubblici.
I beneficiari effettivi delle banche devono rimanere segreti

Il caso Banca Commerciale Sammarinese  è significativo.
Invano Emilio Della Balda,  politico di lunga esperienza nonché ex Presidente di detta  Banca, ha chiesto che sia reso pubblico l’atto di passaggio  ad Asset Banca  e tracciabili i soldi pubblici erogati o in corso  di erogazione. 
Invano Luca Lazzari, consigliere indipendente da solo e con altri, ha presentato una specifica interrogazione, sospettando che ad usufruirne siano proprio dei politici dato che Bcs è il crocevia della corruzione sammarinese (conto Mazzini) ed italiana (Finmeccanica, telecomunicazioniMafia Capitale).

Adesso Della Balda  dice a proposito dei ‘beneficiari effettivi’ del sistema:  I nomi vengono tenuti nascosti per coprire i politici tangentari.
Il tutto  nel silenzio generale dei politici onesti. Quando si vota sui beneficiari effettivi   in Consiglio  compare un numero di voti che va oltre quello della maggioranza,  San Marino Bene Comune.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy