San Marino. La Serenissima: “Alessandro Mancini minaccia querele, intanto il Partito socialista lo punge”

Alessandro Mancini minaccia querele: la miglior difesa è l’attacco. Intanto il Partito socialista lo punge: “Comportamenti personali poco in linea con la nostra storia”.

Nella giornata di venerdì il consigliere socialista della Repubblica di San Marino, Alessandro Mancini, ha tenuto una conferenza stampa per replicare agli attacchi ricevuti dall’opposizione e per provare a chiarire la sua posizione riguardo alla mancata pubblicazione integrale dell’elenco delle sofferenze delle società di cui è socio. Mancini, peraltro Presidente della Commissione Finanze, lo si ricorda, unico fra i 60 Consiglieri, non ha autorizzato la pubblicazione integrale delle sue sofferenze bancarie, che sono i debiti che, a parere di una banca, il debitore non è in grado di estinguere. L’adempimento è facoltativo ed è previsto dal codice di condotta dei parlamentari, entrato in vigore quest’anno, su raccomandazione del Greco, l’organo anticorruzione del Consiglio d’Europa. Da Mancini ci si aspettavano due cose dopo le veementi polemiche pre e post natalizie: o la totale trasparenza, o un passo indietro dalla Presidenza della Commissione Finanze. Mancini invece, insieme al suo legale Biagioli, ha dichiarato di essere stato oggetto di una “macchina del fango orchestrata sulla mia persona da tempo”, con colpi bassi che hanno colpito non solo lui, ma anche le istituzioni (…)

Articolo tratto da La Serenissima

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy