San Marino. Riforma della PA: “Mobilità e flessibilità, decreti su tariffe e su incentivi”. Conferenza stampa Congresso di Stato

Riforma della PA: “Mobilità e flessibilità tra dipartimenti e concorsi per entrare”. Nell’incontro col Congresso di Stato anche i decreti sulle tariffe e sugli incentivi

La riforma della Pa apre l’incontro settimanale del Congresso di Stato.

Il Segretario di Stato agli Interni Elena Tonnini spiega che è composta da una serie di interventi, tra cui il Decreto sulla Mobilità e la copertura dei profili di ruolo, e la riforma delle norme di disciplina dei dipendenti pubblici. La novità, spiega, è che “il dipendente pubblico non viene più considerato come assegnato a un solo singolo ufficio, ma facente parte di una struttura più grande, quella del Dipartimento”. Il dipendente quindi può essere spostato in altri uffici, sulla base della mobilità volontaria o delle esigenze del Dipartimento. Per la Pa, spiega la Tonnini, questo significa superare una struttura estremamente rigida, “in favore di una maggiore flessibilità. Si introduce quindi il principio di mobilità interna al Dipartimento ma anche tra dipartimenti”. Accanto alla mobilità volontaria, anche quella d’ufficio, con il dirigente che sposta, a seconda delle esigenze, il dipendente ma senza discrezionalità. “Si introduce la flessibilità – spiega la Tonnini – che significa valorizzazione delle competenze; l’efficienza e razionalizzazione della Pa delle risorse, tenendo conto dei carichi di lavoro aggiuntivi, o di esigenze temporanee o stagionali”. Novità che permettono al Dipartimento stesso di raggiungere meglio i propri obiettivi e di evitare nuovo precariato. “Il primo strumento per gestire il problema delle sostituzioni non sarà più l’incarico o l’accesso alla graduatoria, ma la mobilità”. Al contempo si continua a lavorare ad una maggiore autonomia organizzativa in campo a dirigenti e direttori dipartimento pubblici. “Dobbiamo cercare di superare il concetto rigido che sia il legislatore a indicare gli strumenti per gestire gli uffici invece dei dirigenti stessi. Altro elemento la responsabilità in capo non solo ai dirigenti ma all’amministrazione in generale”. Ribadita l’importanza della formazione del personale, così come dei concorsi pubblici, che diventano lo strumento principe per entrare nella Pubblica Amministrazione con contratto a tempo indeterminato. Il decreto introduce anche la programmazione: una programmazione annuale sia per i concorsi pubblici; sia per la copertura dei posti vacanti.

Il Segretario di Stato al Lavoro Teodoro Lonfernini in apertura spiega che in Congresso di Stato si è parlato anche di Prg, con il Segretario al Territorio Canti che ha anticipato ai colleghi l’incontro con l’architetto Stefano Boeri. Passa poi ai due decreti delegati emanati in materia di tariffe e incentivi. “Un primo passo importante per rispondere alle esigenze dei nuclei famigliari già seguiti con altre forme di aiuto, comprese associazioni come la Caritas – spiega – Uno strumento che guarderà anche alle aziende che possono trovare difficoltà in termini di approvvigionamento. Il lavoro sulle utenze è tutt’ora in corso. Stiamo continuamente monitorando andamento mercato, un lavoro complesso che va fatto quotidianamente”. Focus poi sul Decreto Incentivi che ha 3 punti cardine: l’inserimento e reinserimento nel mondo del lavoro dei giovani, grazie agli incentivi rivolti alle aziende, portati a 12 mesi per apprendistato e formazione; interventi in favore dell’occupazione femminile, “perchè nel dato positivo del 3% di disoccupazione, il 70% è una donna”; terzo punto il reinserimento dei lavoratori ultracinquantenni, “un capitale umano che ha bisogno di sostegno e di incentivi”. Soddisfazione personale per il lavoro di riordino di norme “che negli anni si erano accumulate in maniera disordinata”. Infine la conferma di voler portare in Consiglio il Pdl di riforma del mercato del lavoro entro giugno.

 

Articolo tratto da L’Informazione di San Marino pubblicato integralmente dopo le 17

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy