San Marino. Stinchi di santo, cercansi!

La Commissione d’Inchiesta sulle banche si è occupata anche dell’Accordo di Cooperazione Economica con l’Italia messo a punto nel 2005 dai titolari degli esteri, Fabio Berardi e Gianfranco Fini.

MARINO CECCHETTI – Si stabilì di firmarlo, detto accordo, a San Marino il 16 novembre 2005. Ma l’appuntamento saltò per un improvviso impegno di Fini. Nuova data, 16 gennaio 2006. Non si firmò per un ripensamento – improvviso! – del nostro Governo. Il cosiddetto Governo straordinario, il quale disponeva, in Consiglio Grande e Generale, di una maggioranza ‘bulgara’: 25 democristiani, 15 socialisti e 12 democratici.

Quella di chiudere la porta in faccia all’Italia, secondo la relazione della Commissione d’Inchiesta, fu “la singola scelta politica più dannosa del decennio”.

Leggiamo l’art.1 di detto mancato accordo: “La Parte sammarinese si impegna a recepire nell’ordinamento della Repubblica i principi e gli istituti rilevanti della normativa comunitaria e italiana in materia finanziaria”.

Firmando, San Marino si sarebbe obbligato ad applicare al suo interno in automatico le leggi in “materia finanziaria” varate dall’Italia. Come se avessimo perso una guerra, conclusasi con una “resa incondizionata” (*). In Paese ci fu chi, come il sottoscritto, stigmatizzò cotanta incredibile menomazione della sovranità.

Il Governo decise di retrocedere. All’ultimo momento. Maldestramente.

La Commissione d’Inchiesta ha addossato, però, a quei governanti una responsabilità esagerata. Per far meglio risaltare chi li ha sostituiti a Palazzo dopo la fine della legislatura? Stinchi di santo, cercansi!

(*) La Voce di Romagna, 8/12/2005. Anche in: M. CECCHETTI, Quando non tacere è un dovere 2, San Marino, 2006. Nello stesso libretto: Lettera aperta all’On.le Gianfranco Fini, 12/1/2006.

Articolo tratto da L’informazione di San Marino, pubblicato integralmente dopo le 21

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy