venerdì 15 marzo 2019 09:00
LAVORI CONSILIARI

Giustizia a San Marino. Il dibattito in CGG termina con due ordini del giorno. Adesso.sm compatta

Giustizia a San Marino. Il dibattito in CGG  termina con due ordini del giorno. Adesso.sm compatta

Fuori dalle righe i giudizi di alcuni consiglieri o sui giudici in generale o su qualche giudice in particolare indicato con nome e cognome, forse per fatti personali.

SAN MARINO. Si è conclusa verso mezzanotte, in Consiglio Grande e Generale,  la lunga sessione consiliare sulla giustizia, con al centro le relazioni che i magistrati dirigenti, Valeria Pierfelici (anni 2015 e 2016) e Lanfranco Ferroni (2017) avevano a suo tempo elaborato.

Non riferibili i giudizi espressi  sui giudici dai consiglieri  Marco Nicolini e Federico Pedini Amati forse a seguito di vicende personali o familiari

Al comma n.9 era previsto: "Avvio della procedura di reclutamento di due Giudici d’Appello (ai sensi dell’articolo 3, sesto comma della L.Q. n.145/2003 così come modificato dell’articolo 3 della L.Q. n.2/2011); b) Presa d’atto della nomina di un Uditore Commissariale a Commissario della Legge; c) Relazione del Magistrato Dirigente sullo stato della giustizia relativa agli anni 2015- 2016-2017

Approvato l'ordine del giorno della coalizione di governo, Adesso.sm. Voti favorevoli 31 (quanti i consiglieri di maggioranza presenti), 18 contrari, 1 astenuto. Qualche consigliere della minoranza si è allontanato prima della votazione. Pare  che alcune forze di opposizione  si siano rifiutate di approvare le tre relazioni in blocco:  perplessità  su quella del prof. Ferroni. 

Leggi l'ordine del giorno approvato: Prima parte, seconda parte

Leggi le relazioni: 

Relazione annuale giustizia 2015.

Relazione annuale giustizia 2016.

Relazione annuale giustizia 2017.