martedì 23 luglio 2019 08:04
RASSEGNA STAMPA

Siri indagato per corruzione dopo il caso mutuo a San Marino

Siri indagato per corruzione dopo il caso mutuo a San Marino
Armando Siri

Siri, indagato per corruzione dopo il caso del mutuo da 600mila euro a San Marino

“Gli do 30.000 euro perché sia chiaro tra di noi, io ad Armando Siri, ve lo dico...”. Queste le parole pronunciate dall’imprenditore Paolo Arata, indagato dalla procura di Roma, nell’intercettazione ambientale in cui tirerebbe in ballo l’ex sottosegretario alle Infrastrutture, anch’egli finito nel registro degli indagati per l’accusa di corruzione (…).

(...) Un’indagine che, ricordiamolo, è costata a Siri il posto di sottosegretario alle Infrastrutture del governo di Giuseppe Conte. 

La figura di Armando Siri è nota anche sul Titano. Come si ricorderà Siri aveva ricevuto dalla Banca Agricola Commerciale (Bac) un mutuo di 585.000 euro per l’acquisto di una palazzina per la figlia, vicino a Bresso (Mi). Il mutuo, concesso “senza garanzie né di tipo reale né di tipo personale e nemmeno fideiussione”, portò il direttore dell’Agenzia di informazione finanziaria (Aif) di San Marino, Nicola Muccioli, il 5 dicembre 2018 ad allertare l’Unità di informazione finanziaria (Banca d’Italia), non potendosi escludere a priori ipotesi di reato, come, ad esempio, il riciclaggio. (…)

Articolo tratto da L'informazione 

Leggi l'articolo integrale di L'informazione pubblicato dop le 23