mercoledì 4 settembre 2019 07:25
RASSEGNA STAMPA

Non solo temi religiosi ma anche etici e sociali. E' un'omelia alta quella di Monsignor Turazzi

Non solo temi religiosi ma anche etici e sociali. E' un'omelia alta quella di Monsignor Turazzi
Monsignor Andrea Turazzi

Non solo temi religiosi ma anche etici e sociali. E' un'omelia alta quella di Monsignor Turazzi

Le parole del vescovo in occasione della Festa di San Marino hanno toccato problematiche delicate come quella dell’aborto: “La tutela della maternità deve essere prioritaria” e di forte attualità come la crisi morale

Ha parlato di tutto monsignor Andrea Turazzi. Il vescovo, nella sua omelia in Basilica in occasione della Festa di San Marino, il Santo Patrono della Repubblica, è passato dai temi etici come l’aborto e la difesa della vita del nascituro (“L’interruzione volontaria della gravidanza è da tutti riconosciuta come un male e tutti riconosciamo come priorità la tutela della maternità”) a quelli più sociali (“Ce la farà San Marino a superare questa crisi, la crisi morale, che preoccupa la società?”). Ecco la sua omelia. “Marino, nostro fondatore e patrono, ci è vicino - inizia l’omelia del vescovo -. Per la comunione dei santi, la fede ci assicura un vincolo di appartenenza reciproca che ci spinge a domandare l’intercessione di San Marino. Intercedere: parola che significa il mettersi tra l’uno e l’altro, andare dall’uno all’altro, avanti e indietro in una sorta di spola, tra Marino e Dio per noi. Marino parla a noi del progetto di Dio e parla di noi al Signore". (...)

Tratto da L'informazione di San Marino