domenica 10 ottobre 2021 17:19
DISAVVENTURA

San Marino. Coppia di giovani dispersa (e ritrovata) nella notte nei boschi di Fiorentino

San Marino. Coppia di giovani dispersa (e ritrovata) nella notte nei boschi di Fiorentino
Foto d'archivio

Brutta avventura ieri sera per due giovani visitatori italiani rimasti bloccati nei boschi del Castello di Fiorentino.

I protagonisti sono un ragazzo ed una ragazza poco più che ventenni che dalle Marche sono saliti a San Marino per godersi lo spettacolo del RallyLegend.

I due, dopo aver osservato le vetture nella prova speciale "La Casa" lungo via XXI Settembre e Strada Ponte, la strada che collega Fiorentino a Chiesanuova, hanno deciso, verso le 21.00, di tornare alla vettura parcheggiata qualche chilometro più a monte, nella zona del campo sportivo.

Non essendo ancora possibile incamminarsi verso il campo utilizzando la strada percorsa dal rally, pare che ai due sia stato consigliato di utilizzare il sentiero n. 6 del Cammino del Titano, che conduce al Castellaccio passando nei boschi del posto e che sbuca proprio lungo Strada Ponte.

Ma il sentiero si è rivelato tutt'altro che semplice da percorrere, complici anche il buio ed il maltempo. Tant'è che durante il cammino la ragazza è scivolata procurandosi una dolosa distorsione alla caviglia rendendole impossibile proseguire.

A quel punto, infreddoliti, dispersi nel buio della selva e azzoppati, i due hanno chiamato i soccorsi. Grazie allo smartphone sono riusciti ad inviare la propria posizione alle forze dell'ordine che si sono messi rapidamente alla ricerca. Protagonisti dell'intervento gli agenti della Sezione Antincendio della Polizia Civile che hanno imboccato il sentiero da Monte Seghizzo dirigendosi verso valle, supportati poi da una pattuglia della Gendarmeria.

L'operazione è durata circa 45 minuti, durante i quali i dispersi stavano per esaurire le batterie dei propri telefoni, anche a causa dell'uso delle torce elettroniche. Per fortuna gli agenti sono arrivati in tempo e, una volta raggiunti, hanno aiutato la ragazza ferita a rimettersi in piedi, sorreggendola fino all'uscita del sentiero a Monte Seghizzo.

Per lei non è stato necessario l'accesso al Pronto soccorso. 

 ----

Caro lettore, Libertas mai come ora svolge un servizio pubblico importante per tutta la comunità. Se apprezzi il nostro lavoro, da 20 anni per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per aiutarci in questo momento straordinario. 
 
Anche un caffè alla settimana per noi può fare la differenza.
 
Puoi usare Paypal cliccando qui: paypal.me/libertas20
 
oppure facendo un bonifico con causale DONAZIONE all'IBAN intestato a Libertas:
 
SM78R0606709802000020148782