Aumento di capitale da 150 milioni per la Carisp San Marino

La Fondazione San Marino è al lavoro per procedere all’aumento di capitale della Cassa di Risparmio della Repubblica di San Marino e definire gli aspetti dell’operazione entro l’anno. Ne parla l’Agenzia Dire.

La prima tranche consta di un vero e proprio aumento di capitale da 80
milioni di euro, di cui “10 dalla Fondazione San Marino, 10 li dovrebbe
mettere la Fondazione Sums mentre per i restanti 60 milioni e’ aperto il
confronto con le autorita’ di governo”.
Per quanto riguarda la
seconda parte, “da 70 milioni in modo da arrivare all’aumento previsto
di 150 milioni di euro”, si punta all’emissione di un “prestito
obbligazionario subordinato e convertibile in azioni della stessa
Cassa”. Dunque aperto ai privati.
L’auspicio e’ ovviamente quello di
avere successo dato che il prestito, sottolinea Masi, dara’ dei
“rendimenti interessanti”, oltre appunto alla possibilita’ di convertire
il tutto in azioni della banca. Da questo punto di vista sara’ molto
importante il passaggio dal tribunale di Bologna per l’omologa del
piano di ristrutturazione del debito di Delta, la holding specializzata
in credito al consumo controllata dalla Cassa e per questo commissariata
dalla Banca d’Italia nel maggio del 2009.

Leggi Agenzia Dire

Meteo San Marino di N. Montebelli  

Vignette
di Ranfo

Accadde oggi, pillola di storia sammarinese

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy