L’Informazione di San Marino sulle valutazioni del Fondo monetario internazionale: “Si canta da gallo, ma si svolazza come un tacchino vicino a Natale”

L’Informazione di San Marino. Valutazioni Fmi: si canta da gallo, ma si svolazza come un tacchino vicino a Natale. Bene i due anni appena trascorsi per l’economia di rimbalzo; forte preoccupazione per l’inverno che si prospetta con il rialzo dei tassi che incideranno sul costo del debito estero, aumento del prezzo dell’energia, cartolarizzazione e recupero degli Npl a rilento

Il rimbalzo post Covid con il manifatturiero che è andato bene negli ultimi due anni e il turismo che è ripreso a livelli pre-pandemia con un conseguente aumento dei depositi nel settore bancario, volendo usare una metafora, sono gli indicatori che fanno cantar da gallo il Titano quanto ai dati dell’ultimo biennio; ma il rischio è, da adesso in poi, di svolazzare malamente come il tacchino vicino a Natale. A ben vedere, infatti, gli indicatori positivi giungono tutti da agenti esogeni, dovuti appunto al rimbalzo generalizzato dell’economia. Mentre i punti di criticità, checché se ne dica, arrivano dalla circostanza che sul Titano non si siano proprio fatti bene i compiti a casa.

Da un lato le preoccupazioni giungono così dal debito estero contratto e dal prospettato innalzamento dei tassi di interesse. Poi ci sono le riforme, che arrivano adesso. Meglio tardi che mai, certo, ma i ritardi hanno sempre un costo e poi, di quella forse più incisiva per le casse pubbliche, ovvero quella delle imposte dirette, ancora non se ne vede l’ombra. L’altro elemento su cui non si sono fatti i compiti a casa, è la cartolarizzazione e il recupero degli Npl, operazione sulla quale anche diversi consiglieri nell’ultima seduta hanno avuto modo di muovere aspre critiche verso Banca Centrale.

Via del Voltone dirà pure che non è colpa sua, ma intanto non è parso un caso che, magari per metterci una toppa a questi ritardi, abbia aperto la consultazione pubblica sul regolamento sulle operazioni di cartolarizzazione, giusto giusto i primi giorni in cui gli esperti del Fondo Monetario si trovavano sul Titano per la visita conclusasi ieri.  (…)

Articolo tratto da L’Informazione di San Marino

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy