San Marino. Consiglio, al via una nuova sessione. Cordoglio per la scomparsa di Romeo Morri

L’attesa per le riforme strutturali del Paese e il loro rinvio a settembre, la vicenda degli aerei di oligarchi russi immatricolati a San Marino e finiti sotto la lente di “Il Corriere della Sera”, lo “scivolone” di un componente del team di comunicazione del congresso di Stato nei confronti di un ministro italiano. E ancora: lo sviluppo delle telecomunicazioni, i problemi della sanità e lo stato dell’arte dei rapporti tra Banca d’Italia e Banca Centrale di San Marino.

Sono tanti i temi sollevati nel comma Comunicazioni del Consiglio Grande e Generale che si è aperto questa mattina a Palazzo Pubblico (San Marino). Lo si apprende dal dossier di San Marino News Agency sui lavori consiliari di stamani.

La seduta di questa mattina è iniziata con il cordoglio per la scomparsa di Romeo Morri espresso da parte della Reggenza.

Nel corso del comma Comunicazioni, è stato presentato un ordine del giorno da parte di Repubblica futura per esprimere, tra l’altro, “insoddisfazione per l’opera svolta fino a questo momento dal segretario di Stato competente e dal comitato esecutivo per la scorretta individuazione delle priorità di intervento e per la mancanza di misure efficaci per fronteggiare le criticità esistenti”.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy