Consiglio, via libera ai Decreti per prevenire le esche avvelenate e sulla crisi Ucraina

Nel pomeriggio di ieri i lavori consiliari sono proseguiti con la Ratifica dei decreti legge e decreti delegati.

Si parte con l’esame e la ratifica dei primi due il decreto legge 2 marzo n. 26 “Prevenzione da avvelenamento e norme per il contrasto al fenomeno dell’abbandono di esche e bocconi avvelenati” e il decreto Decreto-Legge 4 marzo n.27 “Azioni utili a garantire la pace e la sicurezza internazionale e introduzione straordinaria e temporanea del permesso di soggiorno provvisorio per emergenza Ucraina”.

In particolare, il decreto legge n. 26, emesso dopo i recenti episodi di violenza nei confronti di animali da compagnia, vittime di bocconi avvelenati, viene illustrato dal Segretario di Stato per gli Affari Interni, Elena Tonnini: “A seguito degli episodi verificatisi negli ultimi mesi, il congresso di Stato ha emanato uno specifico decreto legge per rafforzare le misure di salvaguardia e prevenzione ai fini del controllo e del monitoraggio- chiarisce- e per adottare il più sollecitamente possibile le opportune misure per la repressione degli eventi criminosi”. La volontà del decreto è inoltre di andare a intervenire solo se eventuali sostanze nocive sono abbandonate, precisa il Segretario, “non si parla a uso per disinfestazioni o derattizzazioni- sottolinea- si parla della volontà precisa di uso di una sostanza nociva per scopi diversi da quello per cui è nata”.

L’Aula ratifica infine gli ultimi due decreti delegati illustrati dal Segretario di Stato per le Finanze, Marco Gatti: il n.28 “Interventi a sostegno degli operatori economici e delle famiglie in seguito all’emergenza sanitaria da COVID–19″, ratificato a maggioranza e il n. 19 “Trasformazione della Società Veicolo Pubblico di Segregazione Fondi Pensione S.p.A. in Trust di Scopo”.

La seduta consiliare si chiude con la ratifica dell’accordo Iss/OO.SS. “per la riorganizzazione della turnistica e dei riposi settimanali del personale Pdr Oss ed Inf della Uoc Assistenza Residenziale Anziani”, stipulato in data 31 gennaio 2022 e infine, con la lettura della Relazione conclusiva sull’attività svolta del Comitato Sammarinese di Bioetica, relativa al periodo dicembre 2020- dicembre 2021.

I lavori riprenderanno questa mattina dalle Istanze d’Arengo.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy