L’Informazione di San Marino, l’editoriale di Marino Cecchetti: “I veri responsabili”

Giovedì Antonio Fabbri ha titolato: “Bcsm e Finanze non riescono ancora a portare a casa il memorandum, per Gatti la colpa è dei giornali”.

MARINO CECCHETTI – Che c’entrano i giornali?

Quando Fabio Di Vizio, sostituto Procuratore della Repubblica a Forlì, venne a cercare prove per il suo ‘teorema’ accusatorio  anti San Marino non andò nelle sede dei giornali ma in quella della Seven Eleven srl dopo essere stato nello studio dell’attuale Segretario di Stato alle Finanze.

Dell’attuale Presidente di Banca Centrale (Bcsm), lì da quattro anni, sappiamo del rapporto ai servizi segreti italiani da lei stessa raccontato, meno del lavoro per “portare a casa il promessoci – memorandum”.

Il Memorandum, Bcsm non lo promette da ieri.

26 novembre 2009. In mattinata, convocata la stampa, a Palazzo Begni si procede alla firma dell’accordo italo-sammarinese di Collaborazione in materia Finanziaria: per l’Italia, l’ambasciatore Giorgio Marini; per San Marino il Segretario di Stato agli Esteri Antonella Mularoni. Presenti, fra altri governanti, il Segretario alle Finanze Gabriele Gatti. Nel pomeriggio il Congresso di Stato in un comunicato dà per imminente anche «l’accordo fra Banca Centrale e Banca d’Italia», cioè il Memorandum, «così come sottolineato dal Direttore di Banca Centrale, Luca Papi». Papi, al mattino a Palazzo Begni seduto accanto a Gatti, a domanda specifica di chi firma questo articolo, aveva risposto: entro 15 giorni sarà firmato il Memorandum Bankitalia-Bcsm senza aspettare – precisò – le ratifiche dell’accordo di Collaborazione da parte dei parlamenti dei due Stati.

Ebbene, il Memorandum è ancora di là da venire come ha spiegato magistralmente Antonio giovedì scorso, facendo nome e cognome dei veri – i veri – responsabili del ritardo.

 

Articolo tratto da L’Informazione di San Marino pubblicato integralmente dopo le 21.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy