San Marino. La maggioranza ci crede: “Il 2022 sarà l’anno delle riforme strutturali”

“Il 2022 sarà l’anno delle riforme strutturali”.

Lo assicurano le forze politiche sammarinesi di maggioranza in una nota congiunta.

“Passate le festività natalizie e il capodanno, dopo l’ampia conferenza stampa di fine anno del governo, che ha dettato le linee guida sugli interventi da effettuare nel 2022, anche la maggioranza desidera chiarire alla cittadinanza alcuni aspetti che hanno interessato la politica sammarinese in questo ultimo periodo e che dovranno segnare il percorso che ci apprestiamo ad affrontare – dichiarano Partito democratico cristiano sammarinese, Rete, Noi per la Repubblica, Domani-Motus Liberi e le consigliere del gruppo misto-. Ormai sembra che venga dato per scontato, ma la proroga disposta dal governo italiano fino al 28 febbraio, per poter concludere anche la campagna vaccinale di quest’anno, conferma ancora una volta la volontà di dialogo e i buoni rapporti tra San Marino e Italia, recentemente ribaditi anche con l’approvazione dell’emendamento che ha risolto il ‘caso targhe’, almeno per gli operatori economici”.

E non è finita qui: “Anche la sottoscrizione, da parte del governo, dell’accordo per l’approvvigionamento dei vaccini Pfizer, che garantirà la dose di richiamo per tutti i sammarinesi che la richiederanno, è un altro segno evidente del riconoscimento che il nostro Paese sta ottenendo a livello europeo, anche grazie alle scelte fatte per contrastare la pandemia. Rispetto alla questione mediatica sollevata sulle dimissioni presentate dal segretario di Stato alla Sanità, Ciavatta, e respinte all’unanimità da parte del governo, la maggioranza prende atto che, ancora una volta, nonostante le immancabili difficoltà e che possono sorgere nella gestione della ‘cosa pubblica’, si è scelta la strada del dialogo e della responsabilità, attribuendo in questo modo priorità alle necessità del Paese. Tenuto infatti conto delle numerose complicazioni causate dalla pandemia, sono stati ottenuti risultati che il nostro Paese non avrebbe mai potuto raggiungere senza l’impegno di tutti i cittadini, di ogni operatore economico, dal più piccolo al più grande in ogni settore, nonché senza il lavoro costante e smisurato dei nostri sanitari, ora nuovamente ‘in trincea’”.

“Con la stessa volontà di agire per il bene del Paese – si legge ancora – la maggioranza conferma il proprio sostegno al governo ed il proprio impegno nel difficile lavoro che ci aspetta nel prossimo periodo”. Conclusa la riforma della giustizia, infatti, con i prossimi provvedimenti normativi “il nostro Paese dovrà fare un altro passo importante: quello di realizzare in maniera coordinata le riforme strutturali che consentiranno di arrivare alla necessaria sostenibilità economico-sociale della Repubblica di San Marino”.

Per questo, la maggioranza “intende ripartire nel modo più efficace: confrontandosi già dalla prossima settimana per definire in maniera più accurata i tempi ed i modi per le prossime riforme, che dovranno essere orientate al rilancio e allo sviluppo”.

Con questo impegno, Pdcs, Rete, Npr, Dml ed i consiglieri del Gruppo Misto “confermano la propria volontà di procedere insieme e collaborare in maniera proficua per migliorare ogni giorno il volto del nostro amato Paese”.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy