San Marino. La seduta consigliare di questa mattina caratterizzata dal dibattito sul sistema bancario sammarinese

Il sistema bancario sammarinese e Banca centrale al centro dei lavori consiliari di questa mattina: il Consiglio Grande e Generale ha infatti affrontato la presa d’atto della Relazione consuntiva di Bcsm sull’attività svolta e sull’andamento del sistema finanziario nel 2021, nonché il Bilancio d’Esercizio 2021.

“Ad aprire la seduta – si legge nel report di San Marino News Agency – è stato il riferimento del Segretario di Stato per le Finanze, Marco Gatti, che ha ripercorso le difficoltà affrontate dal sistema bancario e finanziario sammarinese negli ultimi anni.  E se il 2020 è un stato l’anno in cui “il sistema si è stabilizzato e sono cessati i deflussi di denaro”, proprio “il 2021 ha iniziato a registrare la crescita di depositi di liquidità nelle banche sammarinesi, si è avuto un fermo nella fuoriuscita dalla liquidità e quindi la crescita di fiducia”. In definitiva, “il sistema bancario- sottolinea il Sds Gatti- dal 2021 è tornato ad essere redditizio. Le banche hanno invertito la situazione che le vedeva sempre con bilanci negativi e sono passate a generare utili”.

Resta “l’ultimo scalino” da superare, ovvero la creazione di un veicolo di sistema per la gestione dei crediti performanti, in cui lo Stato “sarà chiamato a fare la sua parte”. Dopodiché “si potrà parlare di un sistema completamente armonizzato”, assicura. Anche sul bilancio 2021 di Bcsm, che è “sostanzialmente in pareggio” si registra “una profonda inversione di tendenza rispetto al passato”, rimarca Gatti.

Il Segretario per le Finanze interviene infine riprendendo le fila del dibattito consiliare di ieri sull’Accordo di associazione con l’Ue: “Adesso si aprono prospettive importanti per il sistema finanziario e delle sfide- sottolinea- l’apertura del mercato finanziario è una opportunità, dall’altro vuole dire anche mettersi in competizione”. Il Sds Gatti si dice non preoccupato sul modello di vigilanza che l’associazione con l’Unione europea comporterà di adottare: “Sarà un modello che rispetta la sovranità di San Marino”. Di certo, la sfida per la banche sammarinesi, che per dimensioni non potranno competere con i big della finanza internazionale, starà nel lavorare per “trovare spazi che consentano loro di produrre reddito- conclude-  e continuare a servire l’economia e i cittadini della Repubblica di San Marino”.

Si apre così il dibattito consiliare in cui non mancano i rilievi per i costi ritenuti dall’opposizione “sproporzionati” del personale di Banca centrale, di 9 mln di euro. Ma anche dalla maggioranza si chiedono ‘valutazioni’ in merito. In replica, il Segretario di Stato ricorda gli impegni cui sono e saranno chiamati i tecnici di Banca centrale, interfacciandosi con gli organismi Ue, per esempio: “Banca centrale ha bisogno di una struttura per essere riconosciuta all’estero- puntualizza- ciò richiede personale adeguato nella professionalità e nel numero”.

La seduta prosegue con la ratifica dei decreti delegati: via libera ai decreti n.95,96,97,98,99, si passa poi all’esame del Decreto Delegato n.79 “Interventi per l’occupazione, la formazione e le politiche attive del mondo del lavoro”. Il provvedimento“ ha l’obiettivo di riorganizzare tutti gli incentivi occupazionali previsti nelle varie norme emanate in questi anni in un unico strumento normativo- spiega la relazione illustrativa- rivedendone le finalità al fine sia di evitare sprechi di risorse pubbliche e sia per poter indirizzare in maniera più puntuale gli interventi di ricollocazione, verso le categorie di disoccupati che presentano maggiori difficoltà di occupazione”. Si procede all’esame degli emendamenti presentati al testo da Libera, Rete e Rf, al momento tutti respinti, tranne uno, di natura formale, di Libera, all’articolo 1. La seduta viene infine sospesa e l’esame dell’articolato proseguirà nel pomeriggio”.

Di seguito un estratto degli interventi della mattina.

Comma 9. Presa d’atto della relazione consuntiva della Banca Centrale della Repubblica di San Marino sull’attività svolta e sull’andamento del sistema finanziario nell’anno 2021 nonché del Bilancio d’Esercizio 2021

La relazione è reperibile on line al seguente link:

https://www.consigliograndeegenerale.sm/on-line/home/lavori-consiliari/dettagli-delle-convocazioni/scheda17177031.html

Marco Gatti, Sds per le Finanze

Matteo Ciacci, Libera

Alessandro Bevitori, Libera

Emanuele Santi, Rete

Francesco Mussoni, Pdcs

Marco Gatti, segretario di Stato per le Finanze, replica

Leggi il report integrale

 

 

 

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy