Decreto contro il caro bollette, Lonfernini: “Anche spunto di riflessione verso risparmio energetico”

Il Segretario Lonfernini non replica alle critiche piovute da stampa, associazioni ed esponenti politici in merito al decreto contro il caro bollette.

In una nota l’esponente del Pdcs si limita a spiegare che il decreto delegato 17 maggio 2022 n. 77 che introduce le “misure straordinarie per il contenimento dei costi delle utenze” prevede la possibilità “per le famiglie con reali condizioni di difficoltà economiche, la decurtazione del 25% dell’importo in bollette di luce e gas, mentre per le utenze non domestiche la possibilità di dilazionare i pagamenti con rateizzazioni concordate con l’Azienda autonoma di Stato per i servizi pubblici“, spiega in un comunicato la segreteria di Stato per il Lavoro.

Il tutto “verrà regolamentato da un apposito testo redatto dall’Aass, dove verranno definite le modalità di accesso e la documentazione necessaria per usufruire di queste misure straordinarie”.

“La prospettiva di questo provvedimento – scrive il segretario di Stato per il Lavoro, Teodoro Lonfernini – oltre a sostenere quelle fasce più deboli, vuole essere anche uno spunto di riflessione verso quel risparmio energetico in linea con gli obiettivi di sviluppo sostenibile della Agenda 2030 che San Marino si è impegnato a realizzare”.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy